olio-cbd-estrazione

Il CBD, cannabinoide non psicoattivo, è visto sempre con crescente interesse dal mondo della medicina perché consente di trattare disturbi molto diffusi tra la popolazione in ogni parte del globo come l’ansia, la psicosi, i vuoti di memoria e anche disturbi più seri come l’epilessia.

L’estrazione del CBD avviene solitamente seguendo tre metodologie principali:

Estrazione subcritica (detta anche con anidride carbonica): consiste in un tipo di lavorazione a temperature altissime oppure bassissime, fattore che incide molto sulla conservazione e piena integrità dell’olio CBD (ma con un costo di investimento iniziale non trascurabile).
Estrazione con solvente: sistema decisamente più abbordabile e a buon mercato per piccoli produttori che però comporta lo svantaggio della difficoltà di eliminare in toto tutte le tracce dei solventi utilizzati dal prodotto finale che si va ad ottenere (rischiando così di minare le proprietà terapeutiche).
Estrazione ad olio vettore: si utilizza l’olio di canapa con funzione di vettore così da trasportare i principi attivi negli oli essenziali (e assicurandone l’assenza di additivi chimici).

Ma quali sono le funzioni essenziali che l’olio di CBD può svolgere per il nostro benessere?

L’uso dell’olio CBD può rivelarsi un vero toccasana sia per il nostro benessere generale sia per l’aspetto estetico. Ecco alcuni dei suoi vnataggi principali:

– Azione antidolorifica e antinfiammatoria per alleviare dolori legati a molteplici patologie

– Valido supporto per il trattamento dell’acne

– Capacità di idratazione per la cute

– Efficace metodo per il trattamento di attacchi di panico

– Funzione generale anti-invecchiamento grazie alla cospicua presenza di antiossidanti

Non solo! Gli oli al CBD sono oramai sdoganati anche per essere utilizzati per i nostri amici a 4 zampe, apportando anche per loro benefici effetti. Prova la nostra nuova linea TearHemp e facci sapere i risultati!